TikTok Marketing

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

TikTok marketing, da mesi non si parla d’altro.

Ma come funziona?

In questo articolo vedremo l’evoluzione di TikTok e quali sono le possibili attività di marketing in cui coinvolgerlo.

Nell’ ultimo anno TikTok è molto cambiato. Inizialmente era il social dei giovanissimi, passando poi ad un pubblico più adulto.

Ma cosa si fa su TikTok?Si fanno video spontanei, in casa o fuori, da soli o con gli amici seguendo la challenge del momento.

TikTok per le aziende, perché e come esserci

Ma TikTok può essere uno strumento adatto alle aziende? Se si vuole raggiungere un determinato target sì.

Un’azienda può essere su TikTok (e in tante già ci sono) non perché “ci sono tutti”, ma perché pensa che il proprio target di riferimento passi del tempo lì. Questo dovrebbe essere un criterio applicato ad ogni tipologia di social!

Ovviamente non si può fare di TikTok l’unico social utilizzato per raggiungere il proprio target. Si tratta,sempre, di strategia comunicativa integrata.

Sul “come esserci” bisogna ovviamente fare i conti con il linguaggio della app stessa. Video immediati, tanta musica, divertimento, dietro le quinte, leggerezza, spontaneità.

Esempi di strategie aziendali su TikTok: l’account del Washington Post

Un giornale come il Washington Post diversi mesi fa ha deciso di aprire un canale. Ma cosa fanno propongono ai giovani che li seguono? Interviste, la vita di redazione e in maniera ironica diffonde le notizie,locali e non.

L’account TikTok del Washington Post spiega praticamente a un pubblico di teenager che cos’è un giornale e cosa significa lavorare in un giornale.

Tra le strategie di marketing che si possono usare su TikTok c’è il content marketing, ne parleremo nel prossimo articolo, creando il proprio canale video.

Il social è veloce, immediato, leggero e di intrattenimento. Niente contenuti pesanti o fuori contesto quindi. C’è poi la possibilità di sponsorizzare i contenuti e inserire link cliccabili con TikTok Ads con 4 modalità differenti:

  1. Hashtag challenge legata al proprio prodotto collegata a un hashtag.
  2. Brand takeover: video pubblicitari inseriti nella schermata iniziale in esclusiva 
  3. In-feed native video: video nativi presentati nell’area “Per te”
  4. Brand lenses: effetti personalizzati in stile Shapchat che gli utenti possono usare.

Anche l’influencer marketing, di cui abbiamo parlato nel precedente articolo, approda su TikTok. 

In base al tipo di azienda, brand o prodotto da sponsorizzare si può adottare una o l’altra strategia.

Unica pecca, ad eccezione delle inserzioni sponsorizzate, non è possibile inserire alcun link che rimandi ai nostri canali.

Solo testi brevissimi e pochi hashtag.

Insomma, TikTok è tutto un mondo da scoprire ma non perdere questa occasione di business.

Al prossimo articolo

Un saluto dal Team comunicazionesulweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie