E-mail Marketing : fidelizza i tuoi utenti!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print
e-mail marketing

L’E-mail marketing è una forma di DEM, acronimo di marketing diretto.

Lo scopo dell’ e-mail marketing è quello di aumentare la fidelizzazione dei clienti attraverso un mezzo specifico : l’ e-mail.

Ma oggi è ancora valida come strategia di marketing? Scopriamolo insieme! 

L’email marketing come ogni strategia di marketing ha dei pro e dei contro.

Una delle cose che ha fatto si che l’e-mail marketing fosse così utilizzata nel tempo è sicuramente la precisione di misurazione del ROI.

Non sai cos’è il ROI?

ROI è l’acronimo di Return of Investiment!

Tranquillo dedicheremo un articolo a questo piccolo termine con un gran significato!

Ma andiamo avanti.. come fa una newsletter a fidelizzare un utente?

Ogni giorno riceviamo centinaia di e-mail e ammettiamolo.. di certo non le apriamo tutte!

Come facciamo quindi ad instraurare una relazione con l’utente senza che avvertano l’esigenza di cliccare il tasto “unsubscrive me”?

Una delle tecniche vincenti in questa strategia è la personalizzazione.

Ma in che senso?

Ogni cliente è diverso, ha gusti diversi e specifiche esigenze.

Il nostro compito è quello di cogliere ciò che realmente il cliente vuole ed informarlo dei prodotti e servizi inerenti e correlati solo a quell’argomento!

La sensazione dell’utente deve essere quella di “esclusività”.

Ma come si fa?

Al fine di riuscir ad inviare solo e-mail interessanti per ogni cliente c’è bisogno della cosiddetta segmentazione del database e targing dell’utente.

Bisogna cioè dividere in tanti piccoli gruppi il proprio database e raggruppare i singoli utenti secondo delle preferenze, interessi, prodotti e servizi preferiti.

Ad ogni gruppo dovrà essere indirizzata una e-mail specifica e personalizzata. Solo così potremo catturare l’attenzione del cliente e non finire nelle centinaia di e-mail non lette o segnalate come spam!

 Maggiore è la segmentazione (e, di conseguenza, la profilazione del database), maggiore è l’ engagement e il tasso di conversione.

La segmentazione del proprio database di contatti può avvenire seguendo due criteri: quello demografico (età, sesso, localizzazione, reddito) e quello basato sul comportamento online (transazioni effettuate e abitudini di navigazione).

KPI DA MONITORARE

Come ogni campagna di marketing, dobbiamo stabile dei KPI, ovvero delle metriche a cui prestare attenzione e che ci indicheranno la buona o non riuscita della campagna.

I pricipali KPI da tenere in considerazione durante una strategia di marketing sono :

  • CTR (Click-Through-Rate): la percentuale dei destinatari che clicca su uno o più link contenuti in una data email.
  • CTOR (Click-To-Open Rate): è un indice ancora più dettagliato del CTR e rappresenta la percentuale di utenti che ha cliccato sul messaggio in rapporto al totale degli utenti che ha aperto l’email almeno una volta.
  • Conversion rate: la percentuale di destinatari che clicca su un link contenuto in una newsletter e completa una specifica azione come la compilazione di un form. 
  • Bounce rate: la percentuale delle email inviate complessivamente ma che non sono state consegnate con successo.
  • Email sharing/Forwarding rate: la percentuale di condivisione di un contenuto della newsletter attraverso i social o l’inoltro della email ad altri contatti. Quest’ultimo dato evidenzia bene la capacità di creare nuovi contatti e arricchire il proprio database attraverso la pertinenza e la rilevanza dei contenuti veicolati attraverso la newsletter.
Idee per campagne di E-mail Marketing

Per quanto riguarda i contenuti delle campagne di e-mail marketing non esistono regole specifiche per quanto riguarda i contenuti.

Sicuramente la creatività in questo contesto fa tanto!

Se però non sapete come iniziare vi diamo delle idee di campagne di e-mail marketing da sviluppare!

  • Promozioni riservate agli iscritti

Utile per la fidelizzazione dei clienti e per dare quel senso di esclusività ed importanza che ognuno di noi vuole ricevere!

  •  Remind al carrello

Tipico dei siti e-commerce, serve per dire “ Desideri quel prodotto? Noi possiamo dartelo!”

  • Lancio di nuovi prodotti o servizi

Per informare ma soprattutto incuriosire gli utenti!

Ricorda di terminare sempre le tue e-mail con una call to action!

Ma come inviare le newsletter? 

Il web ti offre tantissimi strumenti, alcuni anche con prove gratuite. 

Se,però, vuoi una soluzione ancora più semplice, basta contattarci!

Ci vediamo al prossimo articolo!

Un saluto da tutto lo staff comunicazionesulweb!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie