Google : non solo un motore di ricerca!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

googleGoogle non è solo un motore di ricerca, bensì può diventare per la tua attività un mezzo necessario per fare pubblicità online.
 
Ma andiamo più nel dettaglio per capire come fare pubblicità su Google analizzando uno a uno i canali e gli strumenti che mette a disposizione.

Come fare pubblicità su Google?

 La pubblicità su Google è collegata alla piattaforma sulla quale creare la propria campagna : Google Ads. 

La piattaforma ti consente di creare annunci pubblicitari testuali e visuali (banner e video) in modo abbastanza intuitivo.

Quello che bisogna, infatti, capire è che non è sufficiente conoscere e saper utilizzare la piattaforma per ottenere buoni risultati.

Ciò che serve realmente è creare una una strategia precisa, che poi verrà attuata e sviluppata attraverso la piattaforma di Google Ads.

Pensare una strategia di pubblicità su Google significa anche integrare le campagne create su Google Ads con gli altri mezzi che ti permettono di avere più visibilità verso gli utenti che navigano nell’universo Google. Ad esempio, una strategia integrata con social come Facebook. Per approfondire questo argomento leggi il nostro articolo Facebook Ads

Quando si va a sviluppare una campagna pubblicitaria su Google entrano in campo una serie di nozioni fondamentali da conoscere.

Vediamole più nel dettaglio.

La SEO ( acronimo di Search Engine Optimization) riguarda il posizionamento organico del nostro sito o blog, cioè tutte le azioni gratuite basato esclusivamente sulla qualità del contenuto che fanno salire di posizione il nostro sito nei motori di ricerca.

Il SEM ( acronimo di Search Engine Marketing) è, invece, quella branca del digital marketing che riguarda la creazione e gestione di campagne pubblicitarie sui motori di ricerca.

Una strategia SEM e le campagne Ads che ne nascono devono partire dalla definizione di un target specifico di utenti e da obiettivi precisi.

Gli obiettivi principali possono essere vari:

  • ottenere maggiore visibilità online
  • acquisire traffico
  • aumentare le conversioni effettuate dagli utenti, migliorando il conversion rate
  • generare un incremento le vendite 

Quando , quindi, parliamo di campagne su Google Ads parliamo inevitabilmente di SEM.

Ma come funziona Google Ads?

Il funzionamento di Google Ads è basato su un sistema ad asta in cui le variabili principali da considerare sono:

  • l’offerta massima
  • il punteggio di qualità dell’annuncio 

Google assegna un punteggio di qualità agli annunci, stimando in base a una serie di parametri, la qualità dell’annuncio, della lading page cui è collegato e il CTR (Click Through Rate) previsto. Ciò significa che bisogna curare attentamente i vari elementi dell’annuncio.

Un passaggio fondamentale è la scelta delle parole chiavi che devono essere pertinenti alla propria attività di business.

Importantissimo identificare correttamente le parole chiave in modo che siano pertinenti alla propria attività di business. In questo ci viene d’aiuto il keyword planner. Non è altro che lo Strumento di pianificazione delle keyword integrato nella piattaforma di Google Ads .

Le strategie di offerta variano in base agli obiettivi che vuoi raggiungere nel come fare pubblicità su Google e nella rete di partner del motore di ricerca. 

In questo senso si distingue in offerta a:

  • CPC (cost per click), paghi solo quando il tuo annuncio riceve un clic
  • CPM (cost per mille impression), paghi ogni mille impression (visualizzazioni) del tuo annuncio
  • CPA (cost per action), la cifra massima che sei disposto a pagare affinché l’utente che clicca sul tuo annuncio completi un’azione sul tuo sito (conversione)

Per qualsiasi strategia di offerta, il  costo della pubblicità su Google lo definisci tu autonomamente e manualmente, oppure puoi ordinare alla piattaforma di ottimizzare in automatico le tue offerte. In ogni caso devi prima stabilire il tuo budget.

L’impostazione di una strategia di offerta non è solo legata al budget che imposti ma anche alla durata della campagna, al livello di concorrenza presente, alla qualità della campagna stessa.

Con questo articolo abbiamo mosso i primi passi nel vasto mondo della pubblicità su Google.

Andremo ad approfondire più avanti tutte le tipologie di pubblicità che potrai creare con Google Ads.

Un saluto dal Team comunicazionesulweb!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivi

Categorie